Il bello, i bambini, Miró e l’arte contemporanea

9 Ottobre 2013

Immagine 020Seminario di studi 4-5 ottobre Empoli

A Empoli il seminario di Studi a cui ha partecipato la Cooperativa Sociale ContestoInfanzia in sinergia con i servizi educativi comunali della Bassa Val di Cecina

Rosignano Solvay, 9 ottobre 2013. Nei giorni scorsi a Empoli si è tenuto il Seminario di Studi “Il bello, i bambini, Mirò e l’arte contemporanea” organizzato dal Centro Studi Bruno Ciari – con i contributi del Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia dell’Università di Firenze e dalla Regione Toscana- a cui ha partecipato ContestoInfanzia, la Cooperativa Sociale di servizi e formazione per l’infanzia di Rosignano Solvay.

Un progetto fortemente voluto dal Professor Enzo Catarsi, direttore del Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia dell’Università degli Studi di Firenze e del Centro Studi Bruno Ciari, recentemente scomparso, alla cui base c’è l’idea della necessità di stimolare gli adulti – in particolare i professionisti dell’educazione – a educare i bambini “gioiosamente” al bello, fin dai loro primi anni di vita. Centro ideale del progetto l’artista Joan Mirò e i colori caldi che caratterizzano la sua arte, gli accostamenti di forme e cromie del tutto personali, la sua pittura-poesia assolutamente unica.

Un’iniziativa che, secondo le parole del Professor Catarsi, insegna agli adulti che i bambini “devono essere messi in condizione di esprimere le loro emozioni, i loro pensieri, le loro “visioni” delle cose e delle persone, per rappresentare con i segni e le forme ciò che vogliono mostrare, andando oltre un’univoca prospettiva realistica e figurativa dell’espressione grafica e pittorica”.

Due giorni ricchi di interventi a cui hanno partecipato oltre 600 addetti ai lavori provenienti dalla Toscana e dall’estero per un progetto frutto di oltre due anni di ricerca e lavori che ContestoInfanzia ha deciso di perpetuare, coordinare e di promuovere in stretta sinergia con tutti i servizi educativi presenti nella Zona della Bassa Val di Cecina (coinvolgendo i nidi e le scuole dell’infanzia comunali dei Comuni di Rosignano Marittimo, Cecina, Bibbona, , Castellina Marittima, Unione dei Colli Marittimi Pisani e Castagneto Carducci).

Per la prima volta tutti i servizi educativi pubblici e privati del territorio hanno potuto esprimere il proprio personale progetto educativo – didattico con al centro Mirò e l’arte contemporanea ma declinato secondo i diversi intenti pedagogici per permettere così un confronto tra esperienze di professionisti provenienti da realtà diverse.

Scrivi un commento